Press "Enter" to skip to content

Tecniche chirurgiche

Possiamo contare su tecniche di chirurgia estremamente predicibile.

Se il paziente presenta una grave atrofia mascellare superiore, nella zona posteriore del mascellare, tanto, che richiederebbe per l’inserimento degli impianti dentali 2 grandi rialzi dei seni mascellari, possiamo intervenire con la nostra tecnica del doppio cerchiaggio dei seni mascellari, che consiste nell’inserimento di un impianto pterigoideo, in ogni zona posteriore del mascellare, nella porzione di osso palatinopterigoideo, porzione d’osso staccato dal mascellare atrofico, di tipo basale estremamente duro categoria D che non si consuma nel tempo.

Nella zona frontale 25/15 inserimento 2 impianti trasversali, con apice dell’impianto rivolto verso il pterigoideo, in questo modo, si chiude il cerchiaggio del seno mascellare, baipassandolo con questa tecnica evitando il grande rialzo e risolvendo il caso chirurgico con un successo.

Segue un caso clinico con questa tecnica, paziente con video intervento a carico immediato senza osso. Passati 6 mesi ulteriore video di sostituzione protesi da provvisoria a definitiva. Buona Visione.

Atrofia estrema mascellare superiore senza osso completamente sia nella zona frontale del premaxilla sia nella zon posteriore del mascellare superiore.

Se il paziente presenta una gravissima atrofia del mascellare superiore, sia nella zona frontale che nella zona posteriore, possiamo risolvere questa gravissima atrofia, con la nostra tecnica di Implantologia Pterigo Zigomatica, consiste nell’evitare il QUAD i 4 impianti zigomatici frontali, inserendo 2 impianti zigomatici frontali, uno per ogni zigomo e nella parte posteriore si inseriscono 2 impianti pterigoidei, uno per lato.

In questo modo e con la nostra tecnica si risolve definitivamente l’atrofia del paziente, con una soluzione dentale fissa, senza ricorrere all’inserimento di 4 impianti zigomatici.

Paziente gravemente atrofico, sia frontalmente sia nella zona posteriore del mascellare superiore, viene riabilitato, con la nostra tecnica dello pterigozigomatico, evitando la classica implantologia detta QUAD con l’inserimento di 4 impianti zigomatici frontali..

Impianti Zigomatici:

In cosa si differenzia la tecnica dell’implantologia PterigoZigomatica, dalla tecnica di implantologia Quad?

Alla tua sinistra trovi la tecnica ordinaria dell’implantologia QUAD con i 4 Impianti Zigomatici frontali 2 per ogni zigomo, posteriormente non sono previsti impianti.

Alla tua destra trovi la nostra tecnica chirurgica dell’implantologia PterigoZigomatica, che prevede soli 2 zigomatici frontali 1 per zigomo e 2 pterigoidei posteriori 1 per lato.

Seguono alcune immagini di protesi dentali fisse, predisposte per questa tecnica.